MARCOLINO GANDINI A VILLA VALLERO

MARCOLINO GANDINI A VILLA VALLERO

Gandini Marcolini 2012 to.jpeg

Marcolino Gandini occupa tutta la superficie del quadro

con forme colorate di azzurro e di ocra, di rosso e di

nero con dei contorni netti che si intersecano o anche

divergono uscendo fuori dal quadro alludendo

metaforicamente ad un una sorta di hortus inconclusus

di prospettici spazi che si perdono all’ orizzonte. I piani

sono superfici di colore che, infatti, diventano reticoli

geometrici che creando illusioni prospettica rimandano

ad una ipotetica architettura. Nel tempo, le sue pitture

sono aumentate di volume nel senso che la globale

struttura del quadro, comprendente la spessa cornice

colorata, è essa stessa non semplice intelaiatura o

contorno, ma parte integrante dell’ opera perché il

dipinto non si ferma alla tela, ma deborda nella cornice.

Marcolino Gandini, nato a Torino nel 1937, frequentò

giovanissimo lo studio di Casorati e poi, negli anni

Cinquanta, l’ambiente artistico torinese. Espose con

Ruggeri, Soffiantino, Carena, Mondino, Aimone,

Casorati e Tabusso. Nel 1963 si trasferì a Roma, dove

tuttora risiede.

Ha tenuto numerose mostre e ha partecipato alla alla IX

quadriennale di Roma nel 1965, nel 1973 e nel 1986; ha

ricevuto il premio Michetti di Francavilla al Mare e tra le

tante rassegne nazionali si ricorda la mostra Arte in

Italia 1960-1977 alla Galleria Civica di Arte Moderna a

Torino, e Linee della ricerca artistica in Italia 1960-1980

al palazzo delle esposizioni a Roma, 1986. Nel 1991 ha

esposto nel complesso monumentale di San Michele a

Ripa di Roma presentato, tra altri, da Argan. Varie le

mostre negli anni successivi in varie città italiane. Nel

2003 ha ricevuto il primo Primo Premio Sulmona. Nel

gennaio 2009 ha partecipato nella Neue Galerie di Graz

alla collettiva “Viaggio in Italia”, presenti anche opere di

Dorazio, Fontana, Morandini, Pistoletto, Gastone Novelli

eCeroli. Nel 2010 ha esposto alla Galleria Nazionale di

Arte Moderna e  al MAXXI nella mostra Attraverso le

collezioni II, “quadro scultura – scultura quadro” dove è

presente insieme a Bonalumi, Burri, e, tra altri, Achille

Perilli. Alla Ca’ Pesaro, a Venezia, inoltre, ha partecipato

a “Le forme del Moderno” da Medardo Rosso a Viani,

da Rodin ad Arturo Martini.

Ora espone a Villa Vallero cinquanta opere recenti.


Anna Maria Di Paolo


Corso Indipendenza 68. Organizzazione: Associazione

culturale Villa Vallero. Comune di Rivarolo Canavese

Assessorato alla cultura ed istruzione. Catalogo in sede.

MARCOLINO GANDINI A VILLA VALLEROultima modifica: 2012-03-07T22:32:52+00:00da annadipaolo
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in ARTE CONTEMPORANEA. Contrassegna il permalink.

2 risposte a MARCOLINO GANDINI A VILLA VALLERO

Lascia un commento